NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Farmacia Pozzo Strada - C.so Francia, 273 - 10139 Torino

P.I.: 09007200018

La caduta dei capelli

     
 

La caduta dei capelli va considerata un normale processo fisiologico di ricambio della capigliatura. Crescita, caduta e ricrescita dei capelli, è un ciclo che si ripete circa 20 volte durante l'esistenza di un individuo.
I nostri capelli sono costituiti da una proteina, chiamata cheratina e vi si possono distinguere tre parti: stelo o fusto, che è la parte che noi vediamo, una radice, ed un bulbo, da cui ha origine il capello. Purtroppo i capelli cadono, un po' come avviene nel mondo animale, con la "muta" o cambio del pelo; ma, se ne vengono persi molti, si incorre nella calvizie, la forma più comune delle alopecie.E' caratterizzata da iniziale perdita dei capelli del vertice e successivo coinvolgimento di tutta la parte alta del cuoio capelluto, con tipico risparmio della nuca e delle tempie, fino alla calvizie "a corona".

Negli uomini...

La forma più aggressiva di questo tipo di calvizie si manifesta intorno ai 18 anni; inizia una massiccia caduta di capelli che ad ogni ciclo vengono sostituiti da capelli sempre più sottili e meno colorati, dovuti all'atrofizzazione del follicolo che pian piano non riesce più ad originare un capello sano e robusto come all'inizio.Sembra che circa l'88% della popolazione maschile sia colpita durante la propria vita da questo tipo di calvizie.La predisposizione è determinata da fattori genetici.
I capelli risultano sempre meno grossi e sempre meno colorati, dando l'impressione che il numero sia diminuito, ma in realtà ciò che cambia è la qualità dei capelli.
Il capello è molto simile al capello del neonato: sottile, corto, depigmentato. L'organismo, come si trovasse di fronte ad un corpo estraneo, mette in atto delle reazioni autoimmunitarie e cerca di eliminarlo; si presentano così prurito, rossore, infiammazioni, situazioni spesso associate alla caduta di capelli. E' sempre importante intervenire tempestivamente per contenere la caduta.

Nelle donne...

Anche il numero di donne che soffre di caduta dei capelli è in costante aumento. Stress e tensioni quotidiane, inquinamento ambientale e trattamenti cosmetici aggressivi, sono alcune fra le cause.
La caduta dei capelli nelle donne assume risvolti psicologici ancora più preoccupanti che nell'uomo, non solo perché i capelli influenzano la piacevolezza estetica del viso, ma anche perché la calvizie femminile è culturalmente meno accettata di quella maschile. Perdere i capelli per una donna significa vedere compromessa la propria femminilità.
In linea di massima la caduta dei capelli nelle donne è di carattere transitorio, sempre che si intervenga tempestivamente stimolando la produzione di capelli: laddove i follicoli sono ancora recuperabili infatti la ricrescita dei capelli è possibile. La perdita di capelli nelle donne procede in forma distinta da quella maschile. Nelle donne la linea frontale dei capelli rimane intatta, mentre la perdita di capelli si manifesta in forma di diradamento generale della corona e della parte frontale della testa.

Le cause

Se per l'uomo sappiamo che la causa preponderante, è il fattore ereditario; tante volte si tratta anche di un problema di carenze alimentari, con la mancata assunzione di proteine ed amminoacidi, che si rivelano fondamentali per sintetizzare la cheratina. Altre volte ancora il tutto può essere rapportato ad un'anomala produzione di sebo da parte del cuoio capelluto.
La caduta dei capelli nelle donne può avere diverse e molteplici cause. Si va dallo stress ai disordini ormonali, dalla carenza di ferro all'alimentazione.  
Stempiatura e diradamento capelli assumono forme differenti nell'uomo e nella donna;
Comunemente si tende a credere che la quantità di capelli che cadono sia il principale parametro per valutare la salute della capigliatura. In realtà ciò che conta è la qualità della ricrescita dei capelli.
Tra le svariate cause possibili, possiamo trovare:
    

  • POST-PARTO. La caduta di capelli post-parto è più marcata nella zona frontale e nelle regioni temporali, ma può anche essere generalizzata, mai totale.
  • ALIMENTAZIONE CARENTE. Si ritiene che il 30% delle donne che perdono i capelli prima dei 50 anni sia dovuto a carenze alimentari di vario genere. Queste favoriscono l'indebolimento e la persistente caduta dei capelli. Il diradamento complessivo della chioma è una conseguenza somatica del deficit di sostanze nutritive.
  • DIETE DRASTICHE. La scelta di ridurre drasticamente la propria dieta alimentare soprattutto nelle giovani donne non è insolita; adolescenti in sovrappeso spesso si sottopongono a diete a base di frutta e verdura, del tutto prive di proteine. Donne con gusti alimentari molto rigidi, al contrario, in certi casi non assumono sufficienti vitamine e oligoelementi. In queste condizioni la salute dei capelli può essere compromessa e causare una caduta capelli.
  • INFLUENZA DELLO STATO DELLA TIROIDE. correlazione tra le disfunzioni della tiroide (ipotiroidismo, ipertiroidismo)
  • INTERVENTI CHIRURGICI E ANESTESIE.
  • STRESS PSICOLOGICI, ANSIA ACUTA E DEPRESSIONE.

Rimedi   
  • Cure aggressive
  • Farmacologicamente, sono stati studiati e realizzati due principi attivi efficaci: minoxidil e finasteride (farmaco di sintesi realizzato inizialmente con l'obiettivo di curare il cancro alla prostata e che, un po' a sorpresa, si è poi dimostrato utile a contenere la perdita dei capelli).
La finasteride orale è un farmaco che, insieme al minoxidil, è riconosciuto come efficace nella cura della calvizie comune o calvizie androgenetica (di origine ereditaria). Questo farmaco può comunque dare effetti collaterali come calo della libido, disfunzioni sessuali e ginecomastia.
Vengono prescritti dai dermatologi poiché bisogna prestare attenzione al fatto che insieme alla riduzione della caduta dei capelli, comportano serie controindicazioni ed effetti collaterali.   
  • L'alimentazione
Contro la caduta dei capelli è importante seguire un'alimentazione sana ed equilibrata ogni giorno. Si devono consumare quei cibi che contengono vitamina B, che è essenziale per la crescita dei capelli: cereali integrali, germe di grano, semi e legumi, lievito di birra, broccoli e cavoli, avocado, banane, nocciole, verdure a foglia verde.
Molto importanti sono la vitamina A, C ed E. Proprio per questo si consiglia il consumo di agrumi, carote, zucca, pomodoro, oli vegetali.   
  • L'omeopatia
I rimedi omeopatici contro la caduta dei capelli da stress sono soprattutto due:  delselenium in formulazione 5CH e del floricum acidum 5CH. Il primo è utile per contrastare la caduta dei capelli determinata dall'esaurimento fisico e psichico; l'altro per arginare la caduta determinata da un eccessivo lavoro o da preoccupazioni che incidono sull'emotività.  
  • integratori alimentari: utili a rinforzare i capelli
  • trattamenti alla cheratina per capelli: aumentando l'apporto di questa proteina i capelli crescono più forti e in grado di resistere alla caduta.
  • rimedi non farmacologici: La tecnologia del laser per capelli e trattamenti con Alta Frequenza costituiscono tecniche coadiuvanti dei trattamenti tricologici

Prodotti   
  • DERCOS AMINEXIL PRO di VICHY linea uomo e linea donna

UNA NUOVA FORMULA RINFORZATA PER CONTRASTARE LE CAUSE ALL'ORIGINE DELLA CADUTA TEMPORANEA DEI CAPELLI.            Trattamento Anti-caduta intensivo tripla azione
NUOVO con: - Arginina + nuovo applicatore massaggiante per favorire la microcircolazione;- Aminexil per ancorare la radice;          - SP94TM per fortificare la fibra;- Vitamine PP e B6 per rivitalizzare e donare bellezza ai capelli.
Trattamento di 6 settimane.  Trattamento intensivo: 1 monodose al giorno mattino o sera sui capelli asciutti o bagnati.Trattamento di mantenimento: 3 monodosi a settimana.
Adatto anche al cuoio capelluto sensibile, ipoallergenico, non grasso e non appiccica.
Trattamento cosmetico. Efficacia testata sotto controllo dermatologico.I capelli sono più spessi, densi e resistenti (Test di autovalutazione).

 

  • DERCOS NEOGENIC TRATTAMENTO DI RINNOVAMENTO CAPILLARE di VICHY

 [ ALLA STEMOXYDINE 5% - molecola brevettata ]INNOVAZIONE BREVETTATA: LA STEMOXYDINE NEOGENIC è il 1° trattamento di rinnovamento capillare alla Stemoxydine 5%
UN'EFFICACIA DIMOSTRATA IN AMBITO OSPEDALIERO CONTRO PLACEBO. L'efficacia di NEOGENIC è dimostrata sotto controllo dermatologico su 101 soggetti. I test hanno dimostrato in 3 mesi un aumento della densità capillare**. La copertura capillare è visibilmente ridensificata: la chioma è più folta, il cuoio capelluto meno visibile. Innovazione presentata al congresso EHRS (European Hair Research Society) e oggetto di pubblicazioni scientifiche. 

** Trattamento cosmetico. Test cosmetoclinico verso placebo su 101 soggetti con applicazione quotidiana per 3 mesi. Valore medio.
Formula non grassa, non appiccicosa. Applicatore massaggiante per un utilizzo facile e piacevole.
1 flacone monodose al giorno per 3 mesi.   
    

  • DERCOS NEOGENIC SHAMPOO RIDENSIFICANTE di VICHY
            Per chi ha capelli diradati. Agisce su 5 parametri di una capigliatura ridensificata: VOLUME, FORZA, CORPO, TENUTA, DENSITÀ.
             Una formula cristallina ultra-leggera arricchita con componenti utilizzati nei prodotti di styling per dare corpo e volume ai capelli, anche ai più fini. Senza appesantire la capigliatura.
    
  • TRICORENE di MARCO ANTONETTO FARMACEUTICI
E' un integratore specifico per i capelli della donna costituito da aminoacidi solforati (Cistina e Metionina), Taurina, Lievito Saccharomyces Cerevisiae, Vitamine del Gruppo B, Coenzima Q10 e nutrienti che contribuiscono alla funzionalità del microcircolo(Vitis vinifera e.s.), alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo (Té verde e.s., Vitamina E, Zinco, Selenio), al normale mantenimento delle unghie e dei capelli (Biotina, Zinco, Selenio)
   
  • BIOSCALIN TRICOAGE+ di BIOSCALIN
   
Integratore alimentare utile quando i capelli appaiono sottili e diradati, fragili, secchi e opachi. Problematiche che si possono presentare col passare degli anni, quando la donna va incontro a cambiamenti dovuti alla carenza di estrogeni.

   
Ricordiamo che l'esame del capello, fatta eccezione per i casi di esclusiva competenza medica (per es. le disfunzioni ormonali), permette di capire se delle anomalie della cute, come seborrea o forfora, stiano compromettendo la salute dei capelli favorendone la caduta. Nella maggior parte dei casi attraverso trattamenti tricologici localizzati si riesce ad "attaccare" le cause che provocano o incrementano la caduta di capelli, riconducendo quest'ultima entro limiti fisiologici.
 
     

dercos aminexil ff marzo 2021